3

Il Flat Design

In passato i web designer prestavano particolare attenzione nel mostrare le loro abilità con illustrazioni appariscenti ed animazioni particolari, che presumibilmente entusiasmavano i visitatori del sito. Poi vi fu il passaggio al design skeumorfico, che ha tentato di portare la vita reale sullo schermo tramite l’uso di texture finto-realistiche, ombreggiature e le caratteristiche reali degli oggetti. Oggi, invece, tutto ciò sta cedendo il passo alla nuova tendenza del flat design, che si oppone in maniera netta a tutte queste “artificiali” tecniche di web design a favore di un’estetica più semplificata e classica. Un design quindi minimalista, che sia libero da tutti quei fronzoli e dettagli grafici che possono essere ritenuti inutili per l’estetica del layout.

Cosa E’ Il Flat Design

In termini pratici, il Flat Design consiste nella creazione di una grafica senza l’utilizzo di gradienti, ombre ed effetti di skeumorfismo, ovvero quelle tecniche che negli ultimi anni sono state ampiamente utilizzate nella realizzazione di web layout. Il flat design è un approccio particolare al design minimalista che enfatizza l’usabilità: è dotato di un aspetto pulito, di spazi aperti, bordi nitidi, colori brillanti ed illustrazioni bi-dimensionali. Microsoft è stato uno dei primi ad applicare questo stile di design per la sua interfaccia, vista da alcuni come una reazione contro il disegno popolare skeumorfico tipico della Apple. Questo design illustra una netta separazione tra la tecnologia e gli oggetti tattili!

flat design

Nel flat design, gli elementi ornamentali sono visti come elementi inutili. Se un aspetto funzionale non serve a nulla, viene considerato solo come una distrazione dall’esperienza utente. Questa è la ragione principale della natura minimalista di questo design. Tuttavia, proprio perché priva di qualsiasi disegno o modello appariscente, ciò non significa che questo stile sia noioso! I colori vivaci e contrastanti che contraddistinguono questo design, attirano facilmente l’attenzione dell’utente. Il concetto madre, è che delle immagini semplici riescono a trasmettere i messaggi più rapidamente di immagini troppo dettagliate. Immagini come le icone sono in grado di indicare delle azioni o degli scopi universali in un modo che tutti possono facilmente comprendere! Risulta anche facile ed immediato vedere la differenza tra un design skeumorfico e un flat design: si noti come le grandi icone Microsoft (live tile) in tinta unita riescono ad attirare l’attenzione dell’utente e anche come il significato delle icone possa essere rapidamente percepito da chiunque!

Cosa Possiamo Imparare Dal Flat Design

Il flat design torna alle origini del design come strumento funzionale. Un sito web viene progettato e giudicato da come funziona e non da come sembra! Questa funzionalità riesce a dare a qualsiasi sito web la caratteristica di user-friendly.

Come Creare Un Flat Design

Per progettare un sito flat efficace, tutti gli elementi di design devono essere concepiti con l’idea della semplicità. Dei colori solidi e vivaci danno l’enfasi necessaria per distinguere il dettaglio illustrativa; l’uso di una tipografia sans serif darà inoltre un senso si “pulizia” al sito. Per finire, gli elementi dell’interfaccia utente potrebbero essere realizzati come pulsanti: in questo modo i collegamenti saranno chiari ed evidenti. Tuttavia, l’intero sito dovrebbe essere progettato con l’obiettivo comune di creare un design visivo unitario e funzionale.

Condividi suShare on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Reddit0

Michele D'Ippolito

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*