4

8 segreti per realizzare una brochure di successo

La brochure è un efficace strumento di marketing molto utile per presentare il prodotto che un’azienda sta per lanciare sul mercato o per esprimere le sue idee e i progetti futuri. Le brochures vengono anche utilizzate in grande quantità dalle organizzazioni no-profit per la raccolta di fondi. Ci sono molte altre ragioni per cui questo “opuscolo” viene stampato, ma qualunque sia la ragione, se si desidererà creare una brochure per la vostra azienda in modo professionale e attraente, allora in questo articolo discuteremo un pò di “nozioni di base” e qualche utile consiglio per progettare un’attraente ed accattivante brochure. Dopo di che vi presenterò anche alcuni esempi di opuscoli davvero impressionanti, sperando che possano ispirarvi per i vostri lavori futuri.

Una brochure perfetta deve possedere le seguenti caratteristiche:

1. Esprimere originalità e creatività

Il primo passo per la progettazione di un opuscolo per la vostra azienda dovrebbe essere la conoscenza di quali informazioni si dovranno esprimere in essa. Sarà possibile utilizzare materiale pubblicitario di altre attività simili alla vostra, il settore di appartenenza, scoprire che cosa vi attrae, annotare i punti principali che pensate vi aiuteranno nella progettazione di una brochure adatta alla vostra attività. La cosa più importante sarà quella di avere idee provenienti da varie fonti e non copiate! Quindi, tentate di utilizzare la vostra creatività nel design di una brochure ed essere sempre originali.

2. Avere immagini ad alta risoluzione

Se state cercando di progettare un layout professionale per una brochure, allora dovreste concentrare la vostra attenzione sulla scelta delle giuste immagini ad alta risoluzione. Infatti, utilizzando delle immagini ad alta risoluzione, la vostra brochure non sarà più sfocata o “pixelizzata”! Quindi, se essa non sarà dotata di immagini di qualità, allora l’opuscolo potrebbe essere molto difficile da vedere e si può danneggiare l’immagine della vostra azienda o marca. Se si desidera che la nitidezza sia esatta, allora le immagini dovrebbero essere almeno 300 dpi, che possono essere trovate molto facilmente su Internet! Inoltre, la maggior parte di loro sono gratuite o poco costose,  così da evitarvi di “sforare” il vostro budget.

3. “La semplicità è l’ultima sofisticazione”

L’ideazione e realizzazione di una brochure rappresenterà la chiave per attrarre il pubblico! Così, in questo senso, io preferisco avere un design pulito e semplice che apparirà anche più elegante rispetto ad altri progetti che vengono riempiti con un sacco di immagini e decorazioni del testo! Qui si dovrebbe seguire la regola de “il meno è….più”. La brochure dovrebbe essere anche piuttosto breve e menzionare solo i punti principali.

4. Usare colori accattivanti

I colori devono essere gestiti secondo il tema e la visione di ciò che si sta tentando di esprimere nella brochure. Dovreste perciò “vedere” la brochure con colori diversi ma, d’altra parte, alcuni opuscoli che sono state progettati solo in bianco e nero, sembrano essere anche più eleganti! Ma la questione è che non importa quanti o quali colori si utilizzeranno nel design, ma solo il modo di presentarli nel modo migliore.

5. Usare caratteri “puliti”

In una brochure vengono espresse una quantità enorme di informazioni sulla vostra attività in un piccolo pezzo di carta e, quindi, si dovrebbero usare dei font puliti e leggibili. Ciò non significa che dovrete utilizzare dei caratteri troppo semplici e poco attraenti: ci sono molti font serif, ad esempio, che sono sia puliti che eleganti! La diversità è sempre una buona cosa, ma non nella selezione dei fonts. Vi consiglio di non utilizzare più di 3 tipi di font in una brochure se volete catturare l’attenzione dei lettori. Sarà possibile modificare lo stile per i titoli e il paragrafo, ma importante sarà anche rispettare lo stile del carattere stesso in quanto aumenterà la comprensione dello spettatore per la vostra brochure.

6. “Evidenziare” è la chiave!

Ci dovrebbero essere sempre alcuni obiettivi dietro la stampa di una brochure per la vostra azienda: in questo caso, si dovrebbe utilizzare stili diversi come il grassetto o il corsivo per renderli importanti e distinguerli dagli altri elementi della pagina. Se, ad esempio, la vostra azienda ha un motto particolare, potete inserirlo nella pagina dove potrà essere più visibile agli altri con estrema facilità. Cose del genere possono fare una grande differenza nella magnificenza della vostra brochure!

7. Utilizzare un correttore di bozze

Dopo aver lavorato intensamente sul design di tutte le cose più necessarie per l’opuscolo, sarebbe davvero una beffa se la brochure presentasse errori di ortografia, difetti di progettazione e informazioni errate circa la vostra azienda! Per evitare questa spiacevole situazione, sarà necessario utilizzare un correttore di bozze, che dovrebbe essere il più professionale e indipendente possibile. Comunque, rileggete sempre più volte quello che avete scritto.

8. Usare una stampante professionale

L’ultimo passo nella progettazione di una brochure è la sua stampa, che rappresenta anche un passo significativo e cruciale per ottenere un design accattivante. Sarà possibile utilizzare le comuni stampanti per ufficio oppure contattare una tipografia dotata di stampanti professionali. Ma tutto dipenderà dal vostro budget: se avete un budget elevato, potrete utilizzare un servizio professionale per questo scopo, mentre se si dispone di un budget basso si potrà fare questa operazione in casa o in ufficio.

Bene, ecco ora alcuni esempi di brochures molto belle ed accattivanti:

brochure-design

encounterfest-brochure

epson-brochure-design

identity-brochure-design

jesus-revolution-brochure-design

select-brochure-design

simplicity-brochure-design

studio-mik-brochure-design

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Reddit0

Michele D'Ippolito

4 Comments

  1. Grazie per aver postato questi utili consigli! Le brochures sono bellissime, mi piacerebbe tanto crearne di simili!

  2. Consigli semplici e utili!! davvero

    Approfitto per una domanda: i caratteri corsivi non sono utilizzati nelle brochure perché? a mio avviso sono poco comprensibili, abbiamo una diatriba in associazione e sto impostando un volantino con caratteri a mio avviso comprensibili a tutti.
    Volevo però un parere da esperti nel settore.

    grazie per la vostra risposta
    Laura

    • Ciao Laura. Non so quale carattere abbiate usato voi, comunque hai fatto centro!! Il carattere corsivo non è indicato per l’uso su brochure (o su un volantino) per la sua poca leggibilità! Visto la grande quantità di informazioni che deve contenere, sarebbe opportuno usare qualcosa di più pulito e facilmente leggibile, così da non “scoraggiare” il lettore! Nella grafica il corsivo può essere utilizzato (ad esempio sulle partecipazioni di nozze), ma in generale è sconsigliabile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*